Caricamento immagini....
Get Adobe Flash player

“Abruzzo in Lombardia”, ospite d’onore ad una manifestazione di spettacolo e solidarietà tra abruzzesi in Lombadia.

Roma, 22.05.2015. Sabato 23 maggio dalle 17.00 alle 19.00 al teatro degli Arcimboldi in Milano si avrà la quinta edizione di “Abruzzo in Lombardia”. L’evento riunisce tutti gli abruzzesi residenti in Lombardia, tema centrale la solidarietà. Ancora in piedi la raccolta fondi per ricostruire il Parco della Memoria a L’Aquila dopo il terribile terremoto che si abbatté sull’Abruzzo. Si tratta di un evento che Fabio Altitonante ha ideato nel 2008 in collaborazione con l’associazione abruzzese “R.Mattioli” presidente Angelo Dell’Appennino. Sul palco, a rappresentare il folklore tipico regionale e spezzoni di cultura italiana, ci sarà anche il senatore Antonio Razzi, segretario della Commissione Esteri del Senato, la cui presenza straordinaria arricchirà di prestigio l’intera manifestazione. Quest’anno, la manifestazione, attraverso lo spettacolo, con la partecipazione del noto cabarettista Vincenzo Olivieri, devolverà a favore di Federico Cetrullo l’intero incasso. Si ricorderà la spiacevole e triste storia di questo ragazzo abruzzese rimasto paralizzato nel suo primo giorno di lavoro a causa di un incidente stradale e che abbisogna di un costoso intervento che solo in Svizzera saranno in grado di fare. Il senatore Razzi anche questa volta ha inteso, in stretta collaborazione e disponibilità ed in linea con lo spirito della manifestazione, soccorrere il giovane per il quale esistono grandi speranze che ritorni a camminare solo dopo il costoso intervento. Inoltre, per essersi distinto in Lombadia, sarà premiato il Questore di Milano, avv. Luigi Savina, con il premio “Abruzzesi sotto la Madonnina” per aver dato lustro, con la sua attività, alla nomea di abruzzese d’eccellenza in terra lombarda.

Disegno di legge per favorire la ricerca e la produzione dei farmaci destinati alla cura delle malattie rare

Roma, 21 maggio 2015. Il senatore Antonio Razzi, segretario della Commissione Esteri del Senato, ha presentato un progetto di legge per favorire la ricerca e la produzione dei farmaci destinati alla cura delle malattie rare. E’ apparsa in Svizzera una ricerca che rivela un giro d’affari inaspettato per le multinazionali che si occupano del settore. Stessa prassi è in vigore in Italia ecco perché il senatore di Forza Italia ha presentato il progetto: concedere al settore farmaceutico degli incentivi affinché porti avanti la ricerca sulle malattie meno conosciute. In Italia gli ammalati sono relegati a subire un isolamento che li esclude dalle cure che meritano, con una ricerca costretta a fare ormai il “fai da te”.

Risposta del ministro delle infrastrutture all’interrogazione inerente i lavori della galleria San Silvestro (PE)

Roma, 15 maggio 2015. Il senatore di Forza Italia Antonio Razzi, ha incassato la risposta positiva del ministro delle Infrastrutture circa i lavori da eseguire nella galleria San Silvestro realizzata nell’ambito dei lavori di costruzione della variante di Francavilla al Mare mediante il congiungimento della variante di Pescara con la variante di Ortona e con la strada statale 263 val di For. Infatti, con interrogazione Atto n. 3-01724 (carattere d’urgenza) pubblicata il 3 marzo 2015, nella seduta n. 401, il senatore si era fatto carico di chiedere, con premura, al ministro un intervento strutturale urgente data la grande pericolosità del tratto specie e soprattutto durante precipitazioni abbondanti. Analoga interrogazione fece si da ottenere il ripristino della sicurezza per quanto riguardava la galleria Le Piane che i cui lavori terminarono nel febbraio 2014. Per la mia regione, ha dichiarato segretario della Commissione Esteri del Senato, faccio tutto quanto mi è possibile affinché possa essere utile ai miei concittadini nella soluzione delle problematiche connesse al territorio. Finalmente, ha concluso, queste due gallerie che in più di una circostanza hanno procurato danni a persone e cose, saranno messe definitivamente in sicurezza.

Disegno di legge per vietare il fumo durante la guida di autoveicoli.

Roma, 30 aprile 2015. Il Senatore Antonio Razzi, segretario della Commissione Esteri del Senato, ha presentato un disegno di legge con il quale si vieta al conducente di autoveicoli di fumare durante la guida. Fumare alla guida, ha dichiarato il senatore Razzi, equivale più o meno, a scrivere un sms con il telefonino. Troppe sono le situazioni di pericolo cui una sigaretta accesa può portare. Quante volte, ha continuato, essa sfugge dalle mani e si insinua tra i sedili oppure tra le pieghe dei pantaloni provocando manovre repentine ed azzardate. Oltre che per un fattore etico, vietare il fumo durante la guida significa sottrarre il conducente a manovre ed a riflessi condizionati connessi con la “liturgia” dei gesti che sono richiesti e che sottraggono attenzione alla guida.

ANAS bizzarra S.p.A di cui ancora moltissimo non si capisce

Roma, 22 aprile 2015. Il senatore Antonio Razzi ha presentato una interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e al Ministro dell’Economia e delle Finanze per chiedere l’azzeramento dei vertici dell’ANAS. Le motivazioni dell’interrogazione sono tutte concentrate nell’ampia premessa del testo. E’ necessario, propone il senatore di Forza Italia, che vengano non solo sostituiti i vertici ma che venga fatta chiarezza per dare maggiore trasparenza alle attività dell’ANAS per valutarne la congruità.
INTERROGAZIONE
RAZZI- Al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti e al Ministro dell’Economia e delle Finanze.
Premesso che:
–        il 25 giugno 2012, allo scopo di gestire le commesse estere di ANAS S.p.A, è stata costituita Anas International Enterprise S.p.A. che ha per oggetto lo sviluppo, anche in partecipazione con altri soggetti pubblici e privati italiani o stranieri, di servizi integrati di ingegneria a livello internazionale nel settore delle infrastrutture di trasporto e, per l’esercizio delle proprie funzioni, si avvarrebbe, oltre che di personale proprio, anche di personale in forza alle controllate;
–        l’avvalersi di personale esterno avverrebbe, tra l’altro, anche mediante conferimento di incarichi di consulenza a personale in pensione di ANAS S.p.A: personale che godrebbe di trattamenti economici superiori ai corrispondenti livelli del personale in forza presso la medesima azienda;
–        a fine 2010 il raggruppamento di imprese costituito da Anas in quanto capofila, Progetti Europa & Global e Italsocotec si è aggiudicato la gara, bandita dall’ambasciata Libica, per il servizio di advisor per tutto il processo che avrebbe dovuto condurre alla costruzione dell’autostrada Ras Adjir-Emsaad (Egitto-Libia);
–        la realizzazione della succitata autostrada – con una lunghezza totale di circa 1750 chilometri e che avrebbe dovuto attraversare tutta la Libia collegando il confine con la Tunisia a quello con l’Egitto – rientrava tra gli accordi del “Trattato di Amicizia, Partenariato e Cooperazione tra la Repubblica Italiana e la Grande Jamahiriya Araba Libica Popolare Socialista”, firmato a Bengasi il 30 agosto 2008;
–        il contratto aveva un valore di 125 milioni di euro, e per oggetto il servizio di consulenza e supporto alle Autorità preposte al finanziamento ed alla realizzazione del progetto e si doveva articolare in diverse fasi: pianificazione delle procedure, validazione dei progetti, espletamento delle gare di appalto per l’affidamento delle opere, Alta Sorveglianza nel corso dei lavori, il tutto per una durata complessiva delle attività di 72 mesi;
–        da notizie in possesso dell’interrogante la summenzionata società non avrebbe operato, nei passati anni, come global-service in Libia, servendosi e incaricando società e liberi professionisti per consulenze e collaborazioni varie che non hanno portato sino ad oggi, all’avvio di alcun lavoro sui cantieri,
chiede di sapere:
quali orientamenti intendano esprimere, in riferimento a quanto esposto in premessa e, conseguentemente, quali iniziative vogliano intraprendere, nell’ambito delle proprie competenze, per porre rimedio alla gravissima condotta tenuta da Anas International Enterprise S.p.A.;
se non ritengano necessario, alla luce di quanto esposto in premessa, prevedere l’azzeramento dei vertici aziendali della sopraccitata società.

Interrogazione in favore dei parenti delle vittime del terrorismo

Roma, 17 aprile 2015. Il senatore di Forza Italia, Antonio Razzi, ha presentato una interrogazione al Ministro dell’Interno per chiedere che le somme arretrate spettanti ai familiari delle vittime del terrorismo, vengano finalmente erogate. Il pagamento delle competenze conta un anno e tre mesi di ritardo.

INTERROGAZIONE

Interrogazione sullo stato della sicurezza al Tribunale di Milano dopo la strage del 10 aprile.

Roma, 15 aprile 2015. Il Senatore Antonio Razzi ha inteso porre alcuni questi al ministro dell’Interno circa le condizioni precarie di sicurezza in cui versa il Tribunale di Milano che hanno reso possibile la strage del 10 aprile ad opera del sig. Claudio Giardiello.

INTERROGAZIONE

RAZZI-Al Ministro della Giustizia e al Ministro dell’Interno.
Premesso che:
–        le drammatiche notizie di venerdì 10 aprile u.s., relative alla strage compiuta da un uomo, Claudio Giardiello, entrato armato nel Tribunale di Milano, eludendo i controlli ed i sistemi di sicurezza esistenti nel Palazzo di Giustizia, impongono un’attenta riflessione sulle evidenti falle del sistema di sicurezza sino ad ora adottate e sul piano di evacuazione della struttura nel caso di emergenze;

Signora Silvia Sardone consigliere di zona a Milano per Forza Italia si autocelebra in un impeto di superiorità fuori dal comune a “La Zanzara”.

Roma, 12 aprile 2015. La signora Sardone ha rilasciato, in un intervento a “La Zanzara”, una serie di dichiarazioni che hanno dell’incredibile, a parere del senatore Razzi. Infantili nell’esposizione, intempestive date le modalità ed i tempi, offensive a tutto tondo. Questa signora qui, ha commentato il segretario della commissione esteri del senato, ha dato una miseranda prova di sé stessa per il fango che ha buttato letteralmente addosso al sottoscritto, al Presidente Gasparri, al Capo Gruppo di Forza Italia al Senato Paolo Romani, al Senatore Matteoli e all’on. Polverini in un sol colpo. Ha mostrato, basta leggere la nota Ansa riportata integralmente in calce, la propensione psicologica a demolire, distruggere senza proporre né costruire un discorso utile. Mi ricorda il grande Bartali: tutto da rifare. L’unica proposta, si evince con chiarezza, è che propone sé stessa   come soluzione. E non solo, la signora, ha fatto sfoggio della sua formidabile propensione ad offendere, ma ha colto l’occasione al volo per sfruttare un paragone di cattivo gusto per sfoggiare la sua immensa cultura sottolineando con cura le dovute differenze di stile, di vita e di ceto, testualmente: “ E le Olgettine come le consideri? “Ragazze molto diverse da me, ho un altro stile di vita. Io mi sono laureata, ho fatto il dottorato con una borsa di studio, loro hanno un’ altra storia.”  Certo, ha sottolineato il senatore di Forza Italia, se questa signora fosse veramente il nuovo volto televisivo di Forza Italia, staremo frechi, freschi. Nulla di più stantio, invece, si poteva proporre stando ai bisogni del partito in questo difficile momento politico. Il sistema, ha continuato Razzi, è quello conosciuto da sempre e cioè: scollamento totale con la realtà della vita quotidiana; lontananza abissale dalla cittadinanza che dei titoli accademici se ne frega nella maniera più categorica; il livore rampante di una signora avviluppata in un parossismo di efficienza e cultura fuori dal comune; mitragliatrice logorroica di cattiverie volte solo ad offendere senza essere neanche lontanamente un pochino pochino costruttiva. Il sistema, conclude il Senatore di Forza Italia Razzi, è quello conosciuto: farsi spazio eliminando senza confronti e senza l’umiltà necessaria che è poi quella che ti avvicina alla gente ed ai suoi problemi, senza alcuna prerogativa che ti faccia apprezzare all’interno di una formazione politica per meriti e capacità. Fortuna che abbia bruciato subito la propria immagine dando questa prova di sé veramente scadente per modalità e contenuti. Di questo ultimo assunto, io, il Presidente Gasparri, il Senatore Paolo Romani, il Senatore Matteoli e l’on.   Polverini, le siamo veramente molto grati.

“Famme canta'”, parola di Razzi

Intervista della SBS Radio (Australia) con il discusso parlamentare Antonio Razzi, che ha registrato una canzone

Link:

http://www.sbs.com.au/yourlanguage/italian/it/content/famme-canta-parola-di-razzi?language=it

 

Slideshow
Famme Cantà
Youtube Channel